Oria: da cento anni con Padre Annibale PDF Stampa E-mail
Scritto da Angelo Sardone   
Lunedì 28 Settembre 2009 08:14

Da cento anni la città e diocesi di Oria (Brindisi) gode della presenza e dell'opera di sant'Annibale Maria Di Francia. Cento anni fa il 28 settembre 1909 egli "apriva" la prima casa dopo il terremoto di Messina del 1908, nella cittadina federiciana che lo aveva accolto con generosità attraverso le autorità religiose e civili. L'istituto San Benedetto delle Figlie del Divino Zelo e San Pasquale dei Rogazionisti, sono diventati da allora punti di riferimento strategico dell'intero territorio salentino. La Casa maschile di Oria è stata la casa degli artigianelli, così' Padre Annibale chiavama gli orfani più grandi, avviati alle arti e mestieri (calzoleria, tipografia, sartoria, falegnameria). Accanto all'orfanotrofio è stata fiorente per quasi tutto il secolo la Scuola Apostlica o seminario rogazionista che ha prodotto un buon numero di sacerdoti e religiosi rogazionisti. Dopo un periodo di sospensione, il seminario è stato riaperto. Il vecchio orfanotrofio ha ceduto il passo alle case-famiglia che lavora in rete con la cooperativa Cedro (Centro educativo rogazionista) ed un gruppo di oltre 130 famiglie affidatarie per l'accoglienza dei minori in stato di necessità. 

Ultimo aggiornamento Lunedì 28 Settembre 2009 08:43
 
L'educazione cristiana e civile in Annibale Maria Di Francia PDF Stampa E-mail
Scritto da Angelo Sardone   
Sabato 26 Settembre 2009 11:01

E' questo il titolo di una tesi di laurea in filosofia morale discussa dalla signorina Livia De Simone della parrocchia rogazionista della Madonna di Fatima, a Trani, presso l'Università degli Studi di Bari nella facoltà di Scienze della Formazione.  L'interessante lavoro  si articola in tre capitoli che comprendono le linee biografiche di Annibale Di Francia (una vita per gli altri), la pedagogia rogazionista come concepita e realizzata dal Di Francia, e la sua opera sociale morale e civile, fino all'attualità del suo pensiero, soprattutto in riferimento alla visione della donna ed alla promozione della famiglia.

Ultimo aggiornamento Domenica 27 Settembre 2009 19:19
 
S. Annibale a S. Antonio abate PDF Stampa E-mail
Scritto da Angelo Sardone   
Martedì 22 Settembre 2009 19:25

In occasione della festa della Madonna della Salette, lo scorso 19 settembre, don Nicola Del Gaudio parroco a S. Antonio abate, ha organizzato un triduo di predicazione affidando il compito per i primi due giorni a P. Claudio Marino animatore vocazionale dei Rogazionisti di Napoli e la conclusione a P. Angelo Sardone, Postulatore Generale dei Rogazionisti. La chiesa parrocchiale sorge nei pressi di quella che fu una delle abitazioni di Melania Calvat, la pastorella della Salette, durante la sua lunga permanenza a Castellammare di Stabia, nel napoletano.

 Da tempo don Nicola  nutriva il desiderio di una celebrazione nella quale si commemorasse insieme a Melania Calvat sant'Annibale M. Di Francia che, in vita ed in morte della veggente, era stato fervido estimatore della francese, pronunziando un celebre elogio funebre e traslando le ossa dal cimitero di Altamura nell'istituto antoniano femminile da lui avviato nella città della Murgia. La presenza di sant'Annibale a S. Antonio abate è divenuta reale attraverso una reliquia ex-corpore  portata dal Postulatore, che durante la Messa è rimasta sull'altare ed  è stata venerata dai numerosi fedeli. Lo scorso 10 settembre un gruppo di 50 fedeli della parrocchia della Madonna della Salette di S. Antonio abate è andato in pellegrinaggio ad Altamura alla tomba di Melania Calvat.

Ultimo aggiornamento Giovedì 24 Settembre 2009 15:14
 
<< Inizio < Prec. 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 Succ. > Fine >>

Pagina 42 di 50

Paypal

Le Parole di Padre Annibale

Domandare operai per la santa Chiesa vuol dire chiedere religiosi, religiose e laici, che pieni dello Spirito di Dio si impieghino alla salvezza della anime.